Prodotti anticaduta: Perchè e come utilizzarli al meglio

Prodotti anticaduta: Perchè e come utilizzarli al meglio

November 13, 2020 0 By andreabertin

Vale la pena ricorrere ai prodotti anticaduta

In linea generale, è forte la tendenza al ricorrere ai prodotti anticaduta, quando i capelli iniziano a cadere. Nel complesso, questa scelta può essere considerata valida, visto che, in questi casi, la tempistica è fondamentale. Ma effettivamente vale la pena ricorrere ai prodotti anticaduta? Scopriamo, perciò, come dovrebbe essere un buon prodotto anticaduta.

Le caratteristiche fondamentali di un prodotto anticaduta

Per la pubblicità, sul mercato vi sarebbe un incredibile varietà di prodotti anticaduta, alcuni dei quali, addirittura, con delle virtù eccezionali se non quasi miracolose! Pur tuttavia, perché un prodotto anticaduta possa risultare effettivamente efficace, necessità di poche e semplici caratteristiche. La prima, è che deve possedere proprietà che siano vaso-dilatatorie. La seconda è che dovrebbe essere in grado di combattere sia la formazione e sia l’accumulo di DHT. Perciò, perché un prodotto anticaduta possa risultare essere effettivamente efficace, deve avere queste due fondamentali caratteristiche.

I più noti prodotti anticaduta

Andando ad escludere i numerosi prodotti cosmetici commercializzati, visto che propongono una soluzione assolutamente limitata nei confronti di quello che è il fenomeno complesso relativo alla perdita dei capelli, prendiamo in considerazione i farmaci anticaduta. In commercio, quelli che vengono ad essere considerati tra i più efficaci farmaci anticaduta sono il Finasteride e il Monoxidil. Seppure sinteticamente vediamo di cosa si tratta.

  • Finasteride

Normalmente, il Finasteride è un farmaco che viene ad essere utilizzato per trattare il cancro alla prostata. Come farmaco, ha la caratteristica di agire riuscendo ad inibire l’enzima 5-alfa reduttasi di tipo II, impedendo la riproduzione del DHT.

  • Monoxidil

Questo farmaco, venne ad essere creato appositamente per contrastare l’ipertensione. Nell’analizzare gli effetti collaterali prodotti dal Monoxidil, gli studiosi nel campo notarono che era in grado di provocare una crescita di peli anomala, un fenomeno noto come irsutismo. Oggi, essendo un efficace farmaco vasodilatatore, viene ad essere considerato molto utile per combattere il fenomeno della calvizie e della alopecia.

Gli effetti collaterali del Finasteride e del Monoxidil

Pur essendo entrambi dei farmaci risultanti essere piuttosto efficaci, tuttavia, presentano degli effetti collaterali giudicati rilevanti. Tra gli effetti collaterali, infatti, quello giudicato di maggior impatto, verte propriamente la sfera sessuale. In pratica, sia il Finasteride e sia il Monoxidil, sono in grado di provocare un vero e proprio calo della libido.

Oltre a ciò, è da considerare che il Finasteride risulta, anche, essere in grado di far sviluppare negli uomini il seno, ossia di dar vita a quel fenomeno noto come ginecomastia. In considerazione che per evitare di perdere i loro benefici è necessario che vengano ad essere assunti in forma continuativa e in riferimento ai diversi effetti collaterali di entrambi i farmaci, diviene, consequenziale, che la loro assunzione per lungo tempo non sia propriamente indicata.

Quale alternative vi sono ai farmaci anticaduta?

Come è facile comprendere, i farmaci anticaduta possono risultare essere piuttosto invasivi. Ragione per la quale, potrebbe essere una buona idea trovare delle soluzioni che risultino essere alternative. Tra queste, senza dubbio, spiccano quelle che la natura è in grado di proporre alla caduta dei capelli. Infatti, è da considerare l’esistenza di diverse tipologie di piante che hanno una azione vasocostrittrice.

In pratica, tramite il loro utilizzo, sarà possibile creare della ottime lozioni, con le quale si potrà andare a massaggiare il cuoio capelluto, come pure delle tisane. Tendenzialmente, risulta essere utile, per riuscire a diminuire la velocità della caduta dei capelli, l’associare entrambi questi naturali trattamenti.

Oltre a ciò, è sempre suggerito che, fin da giovanissimi, sarebbe opportuno adottare delle buone abitudini. Non per nulla, è propriamente nell’adolescenza, ossia in quel periodo particolarmente significativo per i diversi sconvolgimenti ormonali, che la calvizie può trovare agevolmente un terreno fertile. Inoltre, ai farmaci anticaduta, possiamo venire a trovare pure altre alternative. Tra le più note vi è il trapianto di capelli, il quale, tuttavia, è caratterizzato da diverse significative controindicazioni. Molto meno invasivo è l’utilizzo di microfibre, le quali potranno essere sia di cotone e sia di cheratina.

Andando a concludere, è da evidenziare come, il vasto mondo dei cosmetici anti diradamento, si sia andato ad arricchire con la presenza del fondotinta anti diradamento, ossia di un prodotto colorante il cuoio capelluto e, dunque, in grado di dare l’apparenza ottica di una effettiva presenza dei capelli.