Le microfibre per capelli

Le microfibre per capelli

November 16, 2020 0 By titulqra

Un ottimo rimedio contro la calvizie

Indubbiamente, tanto per un uomo quanto per una donna, calvizie e alopecia sono degli spiacevoli problemi. Di fatti, in alcuni casi, seppure tali problematiche risultino essere trattabili, necessitano di quelle che sono tempistiche molto lunghe. Tuttavia, vi sono, anche, dei casi per i quali queste problematiche risultano essere non trattabili.

Di conseguenza, il soggetto che ne è colpito, dovrà imparare a coesistere con tale problematica, oppure deve pensare di andarsi a sottoporre ad un trapianto, ovvero un trattamento sì radicale ma che, tuttavia, non è in grado di garantire una definitiva risoluzione a questo problema. Invero, vi sarebbe un’altra soluzione che, seppure non vada a risolvere la questione alla radice, consente di poterlo andare a nasconderla in una adeguata maniera senza, quindi, essere costretti ad sottoporsi ad alcun tipo di radicale intervento. Questa soluzione viene ad essere garantita dalle microfibre per capelli.

Ma cosa si intende per microfibre?

Nel vasto mondo del make up, vi sono a disposizione il correttore, la cipria e il fondotinta, utilissimi per aver un uniforme incarnata, così come, al fine di occultare adeguatamente imperfezioni che possono essere determinate da cicatrici oppure dall’acne, si può ricorrere ai prodotti cosmetici correttivi. Orbene, le microfibre vanno ad agire esattamente come un qualsiasi altro make up. In altre parole, allo stesso modo di un cosmetico, anche le microfibre per capelli risultano essere utilizzabili per mascherare una imperfezione.

In questo caso, dovranno essere applicate direttamente sulla zona della cute che risulta essere colpita dal diradamento. Le microfibre per capelli, perciò, potranno essere facilmente attaccate ai capelli anche nei casi in cui vi sia esclusivamente una sottile peluria, regalando un infoltimento dall’effetto assolutamente naturale. L’applicazione, pertanto, risulta essere assolutamente facile, visto che, in virtù del materiale utilizzato per la loro composizione, queste microfibre hanno un forte potere elettrostatico. Tutto ciò, dunque, permetterà che i propri capelli vengano ad essere attratti in modo assolutamente naturale.

In pratica, viene ad essere impiegato il medesimo principio che vediamo applicato quando andiamo ad utilizzare, per le nostre pulizie domestiche, un panno in microfibra, il quale, proprio per la sua forza elettrostatica, è in grado di poter attirare facilmente sia la polvere così come lo sporco. In definitiva, la facile aderenza delle microfibre per capelli, viene ad essere assicurata proprio dal medesimo principio di forza elettrostatica.

Come vengono realizzate le microfibre?

Generalmente le microfibre vengono ad essere conseguite con la cheratina, ovvero con una naturale sostanza che si trova nei nostri capelli, nei denti e nelle unghie. In commercio vi sono, già diverse maschere, balsami e shampoo ai quali è aggiunta la cheratina come trattamento per capelli sfibrati e secchi. Ma, oltre che la cheratina, le microfibre possono essere, anche, realizzate con un altro materiale naturale, ovvero il cotone, il quale, a differenza della cheratina, propone una maggiore forza elettrostatica. Questa caratteristica fa sì che le microfibre in cotone risulteranno essere più facili da poter applicare e, al contempo, maggiormente difficili da rimuovere.

Come poter andare ad applicare le microfibre

Quindi, come facilmente è possibile evincere, l’applicazione delle microfibre è incredibilmente semplice. In linea generale, i flaconi utilizzati come loro contenitori, risultano essere forniti di specifici buchini, attraverso i quali, si potrà facilmente far passare il prodotto. Oltre a ciò, è, anche, possibile reperire sul mercato, degli applicatori specifici, i quali, una volta che sono stati avvitati direttamente sulla confezione contenente le microfibre, faciliteranno tanto la direzione quanto forniranno una maggiore precisione.

Comunque, oltre all’applicatore, le diverse aziende che si dedicano alla produzione di queste microfibre, sono solite offrire ai propri clienti ulteriori utili e comodi strumenti volti a rendere ancor più facile l’applicazione come, ad esempio, specchi e speciali pettini. È, da ricordare, che, ovviamente, il prodotto dovrà essere direttamente versato sulla zona della cute che risulta essere interessata da un diradamento. Per chi lo desiderasse, una volta che si è proceduto ad applicare le fibre, sarà, anche, possibile decidere di utilizzare una lacca per capelli oppure uno spray fissante, per essere ancor più sicuri di fornire un ulteriore fissaggio.

Comunque, seppure questa soluzione possa risultare essere come una ulteriore garanzia, nella realtà dei fatti non è affatto necessaria, proprio perché è la forza elettrostatica che va a garantire l’adesione perfetta delle fibre al capello. È importante, andare ad applicare le microfibre su dei capelli che siano assolutamente ben asciutti. Di conseguenza, se si desidera andare a compiere questa applicazione dopo che si sono lavati i capelli, è necessario assicurarsi che nei capelli non vi sia nessuna traccia di umidità. Infatti, se i capelli risultassero essere non perfettamente asciutti, non sarebbe possibile far aderire correttamente le fibre e, pertanto, il risultato che si andrebbe a conseguire, risulterebbe essere visivamente poco gradevole.

Chi può utilizzare le microfibre?

Le microfibre, possono essere efficacemente utilizzate da soggetti colpiti da alopecia. Soluzione assolutamente non invasiva, risulta essere molto utile tanto per poter avere una fiducia maggiore in se stessi, quanto per soddisfare ogni esigenza estetica. Ma oltre che essere una soluzione priva di rischio, le microfibre sono, anche, una soluzione che è economicamente alla portata di tutti.

In linea di principio, trattandosi di un innocuo cosmetico, non vi sono controindicazioni, il che permette che le microfibre, possano essere tranquillamente utilizzate in combinazione con altre tipologie di trattamenti volti a incoraggiare la ricrescita delle capigliature e a contrastarne la caduta. È, perciò, possibile utilizzare le microfibre anche nei casi di alopecia temporanea, causata, ad esempio, da gravidanza, da malattie, da disordini alimentari e da stress.

Invece, nel caso in cui vi fosse un avanzato stato di calvizie, è sconsigliato l’utilizzo delle microfibre per capelli. Infatti, è necessario che i bulbi piliferi risultino non essere totalmente atrofizzati. Sarà, tuttavia, sufficiente la presenza di una peluria per poter ottenere un perfetto risultato visivo. In caso diverso, andandosi direttamente a depositare sulla pelle, si mostrerebbe chiaramente la loro presenza.

In conclusione, le microfibre possono essere utilizzate sia dalle donne così come dagli uomini che risultato essere colpiti dalla alopecia, tranne, appunto, nei casi di calvizie avanzate.